LA NUOVA CLASSIFICAZIONE DELLE ALI

 

Dopo 15 anni di utilizzo della classificazione all’epoca mutuata dal CNB, dalla scorsa stagione abbiamo deciso di semplificare la classificazione a favore di una più comprensibile lettura a beneficio dei fruitori finali.

In effetti nulla è cambiato se non l’accorpamento di alcune, a nostro parere, superflue classi che in una prolissa seppur zelante indagine nulla aggiungeva all’obiettivo prefissato.

Il risultato rimane esattamente identico, con il vantaggio di avere una immediata, completa, osservazione e suddivisione degli uccelli precoci da quelli tardivi.

Andiamo certi che i tanti appassionati che si dilettano nelle osservazioni, approfondimenti ed analisi troveranno sicuro giovamento e più opportuna comunicazione a terzi.

 

CLASSIFICAZIONE SEMPLIFICATA DEGLI UCCELLI GIOVANI
IN FASE DI MUTA POST-GIOVANILE

 


1) La classificazione degli uccelli giovani non esprime l’età in termini di mesi di vita.
Le classificazioni  semplificate così di seguito indicate identificano gli uccelli “precoci” (JC1 – JC0) nati presumibilmente nel primo periodo riproduttivo (maggio/giugno), dagli uccelli “tardivi” (JC2-JC3-JC4) nati presumibilmente nel periodo riproduttivo successivo (luglio/agosto).

JCP   Giovani (precoci ex JC1-JC0) il cui stato di muta evidenzia oltre alla muta completa delle Grandi Copritrici Secondarie ( GCII ) anche la muta parziale o totale delle tre penne cosiddette Polliciali ( Pol )

JCT    Giovani (tardivi ex JC2-JC3-JC4) il cui stato di muta interessa a livello parziale o totale la muta delle Grandi Copritrici Secondarie ( GCII )

 

 

CLASSIFICAZIONE SEMPLIFICATA DEGLI UCCELLI ADULTI
IN FASE DI MUTA POST-NUZIALE

 


1^  Categoria  –   A N+1   -  Adulti in prima MUTA POST-NUZIALE SOSPESA 
2^  Categoria  –   A N+X   -  Adulti in  " x "   MUTA POST-NUZIALE SOSPESA 
3^  Categoria  –   AC 0      -  Adulti in  MUTA POST-NUZIALE TERMINATA


1) La classificazione degli uccelli adulti non esprime l'età in termini di mesi/anni di vita.

2) Gli uccelli adulti della categoria  A N+1  presentano nella livrea tipica dell'uccello adulto caratteristiche e tratti del piumaggio tipicamente giovanile. Trattasi di uccelli che hanno vissuto la prima (ed unica) stagione riproduttiva.

3) Gli uccelli adulti della categoria  A N+X  presentano un piumaggio esclusivamente adulto. Trattasi di uccelli di più anni di vita quindi che verosimilmente hanno partecipato al processo riproduttivo.

4) Gli uccelli adulti della categoria  AC 0  presentano la livrea tipica dell'uccello adulto il cui stato di muta essendo terminato impedisce di assegnare una diversa classificazione. In teoria potrebbe trattarsi di uccelli che hanno iniziato la migrazione in periodo molto avanzato, oppure che non avendo partecipato alla stagione riproduttiva o avendola terminata precocemente, hanno avuto il tempo di completare il ricambio del piumaggio.

5) Agli uccelli appartenenti alle categorie A N+1  e  A N+X  viene assegnata una classe di appartenenza “accorpata” sulla base delle piume non mutate rilevate.
Le classi sono evidenziati con il suffisso:

- C1 : uccelli che presentano una muta parziale delle copritrici sotto alari
       primarie (GC 1 INF.) e secondarie (GC 2 INF.)
 
- C2 : uccelli che presentano una muta parziale delle copritrici sotto alari
       primarie (GC 1 INF.) e secondarie (GC 2 INF.) ed inoltre una muta parziale
       delle remiganti secondarie sopra alari (S)

 

RIEPILOGO NUOVE CLASSIFICAZIONI